closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

1989, il fantasma della libertà

Dal crollo all’annessione. Ad abbattere il muro di Berlino, ormai infragilito da innumerevoli crepe, fu una moltitudine ingabbiata desiderosa di libertà senza aggettivi. A definire e governare l’ordine che ne sarebbe seguito fu invece un liberismo dogmatico e severo, scarsamente mitigato dal paternalismo dei grandi partiti popolari della Bundesrepublik, che oggi ne stanno pagando con il proprio declino le conseguenze

Una tavola del fumettista Gerhard Seyfried tratta dal suo libro  «Flucht aus Berlin»

Una tavola del fumettista Gerhard Seyfried tratta dal suo libro «Flucht aus Berlin»

I sintomi evidenti di una crisi irreversibile della Repubblica democratica tedesca si erano ormai pienamente manifestati, e sempre più intensamente a partire dall’arrivo di Gorbaciov al Cremlino nel 1985, quando nel novembre di trenta anni fa il suo confine, simbolico e materiale, si sgretolò con incredibile rapidità, travolto da una spinta improvvisa e incontrollabile. Non da un processo negoziale o politicamente governato, né da una “rivoluzione liberale”, come alcuni sostengono, e nemmeno da un'insurrezione popolare. Sembrava di assistere a un fenomeno naturale potente e ineluttabile. Così, ciò che poteva essere agevolmente previsto, divenne oggetto di sorpresa, di stupore, di sconcerto....

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.