closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Washington punta all’accordo provvisorio con Tehran, Israele dice di no

Nucleare. Washington vorrebbe congelare subito al 60% i progressi fatti dall'Iran nell’arricchimento dell'uranio. In cambio potrebbe sbloccare fondi iraniani o revocare una parte delle sanzioni. Ma Tel Aviv pone il veto e chiede il pugno duro con Tehran

Nella centrale nucleare iraniana di Bushehr

Nella centrale nucleare iraniana di Bushehr

A rivelarlo su Axios è stato Barak Ravid, giornalista israeliano noto per le ottime fonti diplomatiche. A pochi giorni dalla ripresa del negoziato con Tehran per il rilancio dell’accordo del 2015 sul programma nucleare iraniano (Jcpoa), il consigliere per la sicurezza nazionale Usa Jake Sullivan ha discusso con il suo omologo israeliano, Eyal Hulata, l'idea di un’intesa provvisoria con l'Iran. Lo scopo sarebbe quello di guadagnare tempo ed evitare il possibile fallimento delle trattative rese più complesse dall’irrigidimento delle posizioni delle parti in causa. Ravid ha spiegato che Washington, con l’intesa provvisoria, punta a congelare al 60% i progressi fatti...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.