closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

Violenze al G8 di Genova, lo Stato condannato a maxi risarcimento

La sentenza. Giudice riconosce un alto indenizzo per un attivista tedesca. Furono «condotte di vera tortura», ma il reato ancora non c’è

Genova, la notte del 21 luglio 2001 davanti alla Diaz

Genova, la notte del 21 luglio 2001 davanti alla Diaz

Dopo 15 anni arriva una condanna per le violenze perpetrate alla scuola Diaz e alla caserma di Bolzaneto durante il G8 di Genova del 2001. Si tratta di quella con cui una giudice del tribunale civile di Genova ha condannato lo Stato Italiano a risarcire una ragazza tedesca con 175 mila euro per danni morali e fisici dovuti alla privazione dei diritti, alle lesioni patite, alle umiliazioni che dovette sopportare e alle gravi violenze alle quali ha assistito. Nel dettaglio la giudice Paola Bozzo Costa ha riconosciuto 40 mila euro per i reati, 80 mila euro per i due terribili...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi