closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Via libera al Pnrr, all’orizzonte lo scoglio della riforma fiscale

L'eco-logica. L’Italia tra i primi Paesi a presentare il Piano nella sua versione definitiva. Ma il vicepresidente della Commissione Dombrovskis rispolvera i panni del falco sottolineando che «il sistema creato per garantire l’uso appropriato dei fondi ha criteri piuttosto rigorosi»

Il premier Draghi con il ministro dell’Economia Franco

Il premier Draghi con il ministro dell’Economia Franco

Il Pnrr sarà inviato oggi a Bruxelles. Il cdm ieri lo ha approvato in via ufficiale, ma si trattava quasi di una formalità dopo la presentazione alle camere e, in una pausa della riunione di ieri, alle Regioni. L’Italia sarà così uno dei primi Paesi a presentare il Piano nella sua versione definitiva, rispettando rigorosamente il termine fissato senza chiedere proroghe. La tempestività è importante, perché si tratta di rassicurare nei fatti una Ue che nei confronti dell'Italia, nonostante Draghi, è sempre sospettosa e a maggior ragione di fronte a un accesso al prestito del Next Generation Eu che si...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi