closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Commenti

Uno spartiacque epocale, solo due paesi si opposero

Desert storm 1991. Nel Consiglio di sicurezza dell’Onu dissero di No solo due membri di turno: Yemen e Cuba

Marine della prima divisione nei pressi dell'aeroporto internazionale di Kuwait City

Marine della prima divisione nei pressi dell'aeroporto internazionale di Kuwait City

La prima guerra avallata dalle Nazioni unite e pudicamente chiamata «operazione di polizia internazionale» inizia il 17 gennaio 1991. A bombardamenti conclusi, il vicesegretario dell’Onu Maarti Ahtisaari visita l’Iraq e parla di un paese «riportato a un’era pre-industriale». Fra le vittime dell’intervento imposto dagli Stati uniti si contano la stessa indipendenza e integrità dell’Onu, nata proprio per opporsi al «flagello della guerra». Nel Consiglio di sicurezza onusiano, durante i lunghi mesi fra l’invasione irachena del Kuwait il 2 agosto e l’ultimatum del 15 gennaio, si scrive una triste pagina di storia della geopolitica: per i loro fini di controllo del...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi