closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Uccisione sommaria di un aggressore palestinese

Gerusalemme. L'uomo, un 23enne di Salfit, poco prima aveva ferito con un coltello un religioso ebreo. La polizia gli ha sparato mentre era a terra ferito e non in grado di nuocere

Il premier israeliano Naftali Bennett ieri ha dato pieno sostegno agli agenti di polizia autori, lo mostra un video, di una esecuzione sommaria di un palestinese, Mohammed Salameh, 23 anni di Salfit (Nablus), che poco prima alla Porta di Damasco di Gerusalemme aveva aggredito e ferito con un coltello un religioso ebreo. Salameh quando è stato colpito era a terra, ferito, non in grado di nuocere. «Gli agenti hanno agito come previsto…Non possiamo permettere che la nostra capitale diventi un centro di terrorismo», ha detto Bennett. Per i palestinesi l’accaduto dimostrerebbe che la linea di polizia ed esercito non è...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.