closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Commenti

Trump non ha nessuna strategia in Medio Oriente

Stati uniti. La «guerra dei 100 anni» mediorientale continua. Gli Usa non hanno obiettivi politici realistici perseguibili nella zona se non continuare a sostenere i regimi autoritari di Egitto e Arabia Saudita, in funzione anti-iraniana

Nel fotomontaggio, Trump e re Salman dell'Arabia Saudita

Nel fotomontaggio, Trump e re Salman dell'Arabia Saudita

La Guerra dei 100 anni in Medio Oriente continua e il lancio di missili americani su una base aerea del governo siriano, che sembra aver fatto danni insignificanti, non cambierà di un metro le posizioni sul terreno. Purtroppo il conflitto in Siria è la conseguenza di forze profonde che si scontrano caoticamente in questo sfortunato paese: l’ossessione americana per la stabilità dei rifornimenti petroliferi dal Medio Oriente, il conflitto tra Arabia Saudita e Iran, la presenza di Israele, le ambizioni regionali della Turchia, il desiderio di indipendenza dei curdi, la nascita di uno stato islamico in territori a cavallo tra...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi