closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Tehran: «Fine delle sanzioni unica possibilità per i negoziati a Vienna »

Nucleare. Sono ripresi ieri in Austria le trattative sul programma nucleare di Tehran. Pessimismo sui risultati. Israele chiede agli Usa e all'Europa di non allentare la pressione sull'Iran

La centrale iraniana di Bushehr

La centrale iraniana di Bushehr

Più voci prevedono il fallimento dei colloqui ripresi ieri dopo cinque mesi a Vienna per il rilancio del Piano d’azione congiunto globale (Jcpoa), l’accordo del 2015 sul programma nucleare dell’Iran, firmato da Russia, Francia, Regno Unito, Germania, Ue, Stati Uniti e Tehran. E forse non hanno torto. Perché resta intatto l’ostacolo principale: le sanzioni Usa imposte a Tehran dopo che Washington si era ritirata dagli accordi nel 2018 per decisione dell’allora presidente Donald. L’Iran ha ribadito più volte che il suo primo obiettivo a Vienna è ottenere l’abolizione di tutte le misure punitive che colpiscono la sua economia, a cominciare...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.