closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Tassa su Whatsapp, il Libano manda un messaggio a Hariri

Si estendono le manifestazioni e gli scontri dopo il varo delle nuove misure di austerità. Il premier lancia un ultimatum, ma a se stesso. Protesta senza colore politico

Beirut, 19 ottobre. Forze di sicurezza schierate presso il palazzo del governo, il Grand Serail, circondato dal filo spinato

Beirut, 19 ottobre. Forze di sicurezza schierate presso il palazzo del governo, il Grand Serail, circondato dal filo spinato

«Quando ho saputo che il primo ministro Hariri ha regalato 16 milioni di dollari a una bella straniera sono impazzito, non potevo crederci. Lui butta via milioni di dollari e a noi, che siamo alla fame, fa pagare tasse su tutto, anche su Whatsapp». Marwan Hajje, un manifestante, raccontava ieri a un giornale online locale alcune delle ragioni che lo hanno portato, assieme ad altre migliaia di libanesi, a scendere in strada per chiedere le dimissioni del governo e dell’intera classe dirigente. CHE IL PREMIER ABBIA AVUTO, come si dice, una relazione con la modella sudafricana Candice Van Der Merwe...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.