closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

Sviluppo da anni Sessanta: tira solo il mattone

L'Aquila e la gru. Dopo una flessione nei primi anni post sisma, il reddito medio della città è salito di nuovo ed oggi segna il record rispetto agli altri capoluoghi abruzzesi, con un particolare aumento nelle fasce più alte

L'Aquila, il vecchio ospedale

L'Aquila, il vecchio ospedale

Non di sole case vive la ricostruzione. In particolare, la questione del futuro economico dell’Aquila è ancora quasi del tutto inesplorata. Bastano pochi dati relativi a due aspetti – l’andamento dei redditi e la dinamica dei settori economici – a delineare il quadro dei problemi e delle sfide future. Il sisma dell’aprile 2009 ha colpito la città quando cominciavano a manifestarsi gli effetti più pesanti della crisi economica globale. Fino a prima del sisma il tessuto economico locale si sosteneva, oltre che su un’importante componente pubblica (sedi amministrative ed università), su una significativa base manifatturiera e su una rete commerciale...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.