closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Commenti

Sull’ecologia ‘Si’ è un passo indietro rispetto a Sel

Sinistra italiana. Per andare “oltre Renzi” non è sufficiente tornare a prima di lui. Mettere insieme le varie diaspore nelle quali si è frammentata quest'area non basta per dare vita a un soggetto credibile e competitivo

Stefano Fassina con Alfredo D'Attorre e Nicola Fratoianni,  deputati di Sinistra italiana

Stefano Fassina con Alfredo D'Attorre e Nicola Fratoianni, deputati di Sinistra italiana

È nata Sinistra Italiana, sigla dei nuovi gruppi parlamentari che riuniscono deputati e senatori di Sel con altri come Fassina, D’Attorre, Gregori, Mineo usciti dal Pd, ed embrione di un futuro partito che dovrebbe raccogliere, per l’appunto, le membra sparse della sinistra italiana. Al battesimo dell’iniziativa, a Roma al Teatro Quirino, c’era una grande folla, fatta soprattutto di dirigenti e militanti già dei Ds e di Rifondazione comunista, e in tanti casi già anche del Pci. Tutti molto contenti, quasi commossi di ritrovarsi in una sorta di rimpatriata dopo anni da fratelli separati. Io che ero presente, e mi considero...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi