closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

Strike4repeal, per cambiare la Costituzione che vieta l’aborto

Irlanda. Intervista a Avril Corroon, una delle portavoci del gruppo che ha organizzato lo sciopero dell'8 marzo

Dublino, lo sciopero sociale dell'8 marzo promosso dalla campagna «strike4repeal»

Dublino, lo sciopero sociale dell'8 marzo promosso dalla campagna «strike4repeal»

Una giornata storica per i diritti delle donne in Irlanda. Benché la legislazione irlandese sugli scioperi sia molto restrittiva, lo sciopero sociale promosso dalla campagna «strike4repeal» ha portato in piazza migliaia di persone in tutto il Paese per spingere il governo a convocare un referendum per abrogare l’ottavo emendamento della Costituzione che, eguagliando i diritti del nascituro a quelli della madre, rende l’aborto un atto sostanzialmente illegale. In una Dublino stranamente baciata dal sole, centinaia di manifestanti vestiti di nero (il colore ufficiale della manifestazione) hanno picchettato sin dalla mattina i principali ministeri, per poi dirigersi verso O’Connell Bridge, il...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi