closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Sedurre, convertire, sostituire: la farsa hindu della Love Jihad

India. Per impedire i matrimoni misti, l’ultradestra inventa un falso complotto "demografico" musulmano. Cinque Stati, governati dal partito del premier Modi, promuovono leggi contro le nozze interreligiose. Ma c'è anche chi lo sfida: l'India Love Project

La protesta di un gruppo di donne hindu contro la presunta Love Jihad

La protesta di un gruppo di donne hindu contro la presunta Love Jihad

Nel mese di ottobre, a ridosso della stagione dei matrimoni, la casa di produzione di gioielli Tanishq lancia uno spot televisivo per promuovere la nuova linea «Ektavam» (unità, in hindi). La pubblicità mostra i preparativi del «baby shower», cerimonia laica che festeggia il concepimento di un bambino, con protagoniste una suocera, musulmana, e una nuora, hindu. Nel giro di 24 ore i social network di Tanishq vengono presi d’assalto da migliaia di hindu infuriati. Accusano i gioiellieri di promuovere la cosiddetta «Love Jihad», termine islamofobo utilizzato da anni dall’estremismo hindu per descrivere un presunto complotto ordito dalla minoranza musulmana contro la...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.