closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

Scholz in attesa del semaforo Verde. È guerra nella Cdu

Elezioni tedesche. Il candidato cancelliere dell’Spd orientato a una coalizione a tre con Grünen e liberali. I due partiti sono già pronti ad aprire il dialogo. Con Armin Laschet il peggior risultato della storia dei democristiani e nell’Union scatta il processo. La Linke (4,9%) non supera la soglia, ma entra comunque in Parlamento

Il quartier generale della Cdu a Berlino; in basso Olaf Scholz, Armin Laschet, Annalena Baerbock e Christian Lindner

Il quartier generale della Cdu a Berlino; in basso Olaf Scholz, Armin Laschet, Annalena Baerbock e Christian Lindner

Il giorno dopo il voto, che ha segnato l’affluenza al 76,6%, con i risultati definitivi, per Spd e Cdu comincia la fase due delle elezioni federali: la caccia agli imprescindibili partner del futuro governo della Germania che ancora una volta sarà di coalizione. Dall’alto del 25,7% conquistato domenica alle urne (+5,2% rispetto al 2017) il candidato Spd, Olaf Scholz, ha in mano le carte migliori e si è già orientato verso l’alleanza “Semaforo” escludendo a priori una nuova GroKo. «Gli elettori hanno rafforzato Spd, Verdi e liberali quindi questi partiti dovranno guidare il nuovo governo mentre i cristiano-democratici dovranno andare...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.