closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

Rigopiano, indagati i presidenti di Regione

Abruzzo. L'attuale D'Alfonso, Chodi e Del Turco non hanno predisposto la mappa di rischio valanghe

Un'immagine della tragedia dell'Hotel Rigopiano (Pescara) del gennaio 2017

Un'immagine della tragedia dell'Hotel Rigopiano (Pescara) del gennaio 2017

Tre presidenti di Regione, quelli che si sono succeduti alla guida dell'Abruzzo nelle ultime legislature, sono sott’inchiesta per la tragedia dell’Hotel Rigopiano a Farindola (Pescara), che il 18 gennaio del 2017 venne travolto e sbriciolato da una valanga che fece 29 morti, tra clienti e personale di servizio. Avvisi di garanzia sono stati recapitati, dai carabinieri forestali, all’attuale governatore e anche senatore Luciano D’Alfonso e ai suoi due predecessori Gianni Chiodi e Ottaviano Del Turco. Debbono rispondere di concorso in omicidio colposo, lesioni e disastro colposo. Le accuse, mosse dalla Procura di Pescara, riguardano la mancata realizzazione della Carta di...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi