closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Raduni religiosi, Corte suprema Usa contro Cuomo

Stati uniti. Con cinque voti a quattro i giudici bocciano le restrizioni che il governatore di New York voleva imporre sui servizi religiosi. Il voto decisivo è della neo-giudice Amy Coney Barrett, appena nominata da Trump: un assaggio di come andranno le cose d'ora in poi

Il governatore di New York Cuomo

Il governatore di New York Cuomo

Una sentenza della Corte Suprema con un voto di 5 a 4, ha bocciato le restrizioni che il governatore di New York Andrew Cuomo impone sui servizi religiosi, per contenere il diffondersi della pandemia. Il voto decisivo è stato espresso dal giudice Amy Coney Barrett, ed è un assaggio di come andranno le cose alla Corte Suprema da ora in poi. La ragione a cui si sono appellati i 5 giudici conservatori è stata la violazione dei diritti alle libertà del Primo Emendamento da parte del provvedimento di Cuomo, e mostra il primo spostamento a destra della Corte Suprema; Barrett...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi