closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

«Pietro è mio nipote, ma per la legge non esisto»

La zia arcobaleno. «Questi bambini ci sono e non è giusto discriminarli per l’orientamento sessuale dei genitori»

Sono una zia arcobaleno. Pietro, il mio adorato nipotino, è arrivato in Italia due estati fa. Desiderato intensamente dai suoi due papà, è venuto al mondo grazie alla donazione di una giovane ragazza americana e alla gestazione di un’altra donna, che ben presto sono diventate di famiglia. Al matrimonio “americano” di mio fratello e del suo compagno erano presenti entrambe, emozionate e felici davanti alla gioia di quella nuova famiglia che avevano contribuito a creare. Pietro è mio nipote, il cugino dei miei figli, il più piccolo della tribù di cugini che affollano la casa della nonna nei giorni di...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi