closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Morassut: «Pd romano in coma. Sciogliamo le correnti? Orfini inizi dai suoi»

Democrack/Intervista. Il deputato: un partito di consorterie, morto, da rifondare. Diciamo davvero basta alle conventicole? Allora perché Giachetti fa un’associazione? Serve Occupy-Pd: qui non si parla neanche sulla sconfitta

Roberto Morassut

Roberto Morassut

«Virginia Raggi va rispettata. È la sindaca di Roma. E tuttavia l’avvio della sua giunta è molto negativo. La giudicheremo nel merito, ma se ha firmato davvero un contratto con il direttorio che la inchioda ad una penale di 150 mila euro ha già tradito il patto con i romani. Ma come, con un così largo consenso non ha la forza per governare? Stia attenta a non fare la fine di Alemanno che fu soffocato dalle correnti che lo elessero e poi lo commissariarono». Raggi parte male, per Roberto Morassut, deputato romano del Pd, già assessore ai tempi di Veltroni...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.