closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

L’esplosione di Beirut è un business per tutti

Medio Oriente. Un anno dopo gli speculatori gentrificano, la politica si auto-assolve e gli Stati esteri utilizzano gli aiuti per controllare il Libano. Chi può se ne va all’estero, la più grande diaspora dai tempi della guerra civile. Processo in stallo, i familiari delle vittime protestano ogni mese davanti al tribunale

Un edficio mai ricostruito nel quartiere di Gemmayzeh a Beirut

Un edficio mai ricostruito nel quartiere di Gemmayzeh a Beirut

Gli orologi fermi alle 18.08 trovati tra le macerie di Beirut nei giorni dopo l’esplosione al porto sono il simbolo di un blocco emotivo e psicologico che chi ha vissuto quella catastrofe difficilmente riuscirà a superare. Ma sono pure il simbolo di un altro e forse ancora più grave blocco: quella della giustizia, perché a oggi nessun passo in avanti è stato fatto per dare dei nomi e dei volti a chi ne ha le responsabilità materiali e morali. È MARTEDÌ 4 AGOSTO 2020. Si avverte una prima esplosione, dopo pochi istanti una seconda e poi un’onda d’urto spaventosa con...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.