closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

Le frontiere aperte non penalizzano Merkel

Germania. Il 68 per cento dei tedeschi non la considera come causa della strage di Berlino

«Wir schaffen das», «ce la faremo». Ancora, verrebbe da dire. Lo slogan con cui a settembre del 2015 Angela Merkel annunciò la decisione di aprire la frontiere tedesche a centinaia di migliaia di migranti, potrebbe infatti trasformarsi adesso nella parola d’ordine personale della cancelliera in vista della quarta campagna elettorale per le elezioni politiche di autunno. L’attentato del 19 dicembre al mercatino di Natale di Berlino non avrebbe infatti avuto contraccolpi sulla popolarità della Merkel, che continua a godere della fiducia della maggioranza dei tedeschi. A confermarlo ci sono i risultati di un sondaggio effettuato nei giorni scorsi in Germania...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.