closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Primarie Usa, l’abbraccio che vale più di mille parole

America oggi. Incontro affettuoso di Hillary Clinton con l’ex avversario George Bush, mentre i repubblicani fanno i conti col frutto avvelenato della loro demagogia. E all’indomani del «giorno del giudizio», stesso caos della vigilia

Hilalry Clinton

Hilalry Clinton

All’indomani del «giorno del giudizio» (ormai sui giornali ogni scadenza di queste convulse primarie merita un titolo da film d’azione) si conferma la situazione caotica come non mai, sintomo di una transizione politica all’insegna dell’incertezza. Sono passate sei settimane da quando il processo è iniziato sotto le nevi dell’Iowa e a questo punto, nel congegno delle primarie, la partita dovrebbe essere chiusa o comunque ben avviata verso una prevedibile conclusione. La successione a Barack Obama rimane invece tuttora apertissima - o almeno molto più di quello che avrebbero preferito i comitati centrali dei rispettivi partiti. E se pure i frontrunners...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.