closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

La Ue affida a Tripoli il compito di bloccare i profughi blindando le coste

Immigrazione. La Commissione europea, in vista della riunione dei capi di stato e di governo che si terrà a Malta il 3 febbraio, ha illustrato un piano per respingere i migranti in mare. Il lavoro sporco verrà affidato alle autorità libiche, con pattugliamenti davanti alle coste e la blindatura delle frontiere a sud del paese. Nel frattempo ieri il ministro degli Interni Marco Minniti ha ricevuto l'ok dei presidenti delle regioni italiane al suo nuovo piano sui migranti. "Più severità uguale più integrazione", un'idea che non è dispiaciuta al trio anti immigrati Zaia-Maroni-Toti

Nel mare non si possono costruire muri. Si può fare di peggio. L’Europa ha deciso di blindare le coste libiche con l’obiettivo di bloccare le partenze dei migranti diretti in Italia e Malta già la prossima primavera. Questa operazione è stata presentata ieri a Bruxelles dalla Commissione europea e dall’Alta rappresentante della politica estera Ue, Federica Mogherini, in vista della riunione dei capi di stato che si terrà a Malta il 3 febbraio. Il documento finale contiene belle parole che non dispiacerebbero al Papa: “Gestire meglio la migrazione e salvare vite lungo la rotta del Mediterraneo centrale”, si legge nel...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.