closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

La materia del cinema in un infinito gioco di specchi

Venezia 75. Proiettato ieri fra gli eventi speciali il film incompiuto di Orson Welles, «The Other Side of the Wind». Racconto di una vita, epico e malinconico, dove John Huston interpreta l’alter ego del regista

«La semplice regia è il lavoro più facile del mondo» dice Orson Welles nella conversazione con Peter Bogdanovich (Il cinema secondo Orson Welles, il Saggiatore), stanno parlando d’altro ma potrebbe essere The Other Side of the Wind. Il film «incompiuto» è arrivato ieri sugli schermi veneziani – un’altra creatura di Netflix, la distribuzione in streaming è fissata per il 2 novembre – grazie all’ostinazione di Peter Bogdanovich, dei produttori Frank Marshall (insieme a Filip Jan Rymsza), che ha iniziato lavorando con Welles, a un team guidato (al montaggio) da Murawski e dalla colonna sonora stordente e magnifica di Michel Legrand....

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.