closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
L'Ultima

La Grecia che resiste

La situazione di Atene. Oggi va di moda l’accusa di «tradimento», perfino di fronte alla tragedia degli incendi. Come se nella lunga crisi del paese non ci fosse stato un punto di svolta sostenuto da Tsipras. Malgrado le risorse al lumicino, sono stati riaperti gli ospedali, riassunti migliaia di infermieri, riallacciate le utenze ai poveri, protette le prime case dai pignoramenti

Un murales nel centro di Atene

Un murales nel centro di Atene

Dare a Tsipras quel che è di Tsipras. Una sinistra incapace di riconoscere i propri punti di riferimento e di dar conto del loro merito, pur senza rinunciare al dovere di critica, è destinata alla fine miserevole che ha fatto. Tre anni fa tutti a sgomitare dietro ad «Alexis». Oggi va di moda l’accusa di «tradimento» alla Mélenchon o la dichiarazione di fallimento alla Cesaratto (e non manca neppure chi, non solo a destra, di fronte all’immane tragedia degli incendi, anziché partecipare alla mobilitazione di solidarietà preferisce gettare la croce sul «governo di Syriza»), come se nella dinamica della crisi...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.