closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Reportage

Istanbul, nella rete dei trafficanti

Reportage. La "rotta balcanica" per centinaia di rifugiati e migranti parte da qui. Per moltissimi entrare nel network che gestisce i viaggi nell'Egeo è una scelta obbligata

Migranti in arrivo dalla Turchia sull'isola di Lesbo, in Grecia

Migranti in arrivo dalla Turchia sull'isola di Lesbo, in Grecia

«Abu Al-Hakam? Ho trovato il tuo numero su Facebook, sto pensando di migrare in Europa». «Non c’è problema». Comincia così la telefonata a uno dei membri di una rete di trafficanti che opera a Istanbul. Un mondo in chiaroscuro fatto di attività illegali condotte alla luce del sole, di annunci in rete come fossero pubblicità di agenzie di viaggi, di seminterrati dell’antica capitale ottomana colmi di giubbotti di salvataggio e occhi sospetti. Istanbul ospita oltre 350.000 siriani, un mondo variegato fatto di nuova imprenditoria e accattonaggio, studi d’arte e manovalanza. Il network di trafficanti che si è stabilito nella metropoli...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.