closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

Il sì tedesco al glifosato complica l’accordo Cdu-Spd

Germania. «Tradimento», i socialdemocratici contro il voto a Bruxelles del ministro dell'Ambiente (Csu); Merkel si dissocia, ma «rientra nelle sue facoltà»

Protesta ambientalista contro il glifosato

Protesta ambientalista contro il glifosato

Il Sì tedesco al glifosato nell’Unione europea per altri 5 anni crepa il negoziato sulla Grande coalizione. Due giorni prima del vertice-chiave tra Merkel e Schulz, a Berlino si consuma la resa dei conti tra democristiani e socialisti. Muro contro muro sulle 5.000 tonnellate annue di erbicida-killer sparse sui campi della Germania, ma soprattutto sulla decisione assunta «in solitario» dalla sola Union. «UN AUTENTICO tradimento della fiducia» secondo la ministra dell’ambiente Spd Barbara Hendricks, pronta a denunciare il colpo di mano degli attuali alleati di governo corrispondenti con i partner futuri. Nel mirino: il ministro dell’agricoltura Christian Schmidt (Csu) reo...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.