closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Il nuovo governo libico è islamista. Tripoli sconfitta

Libia. Il Forum del dialogo nomina l'esecutivo di transizione che condurrà il paese alle elezioni di dicembre. Battuti i favoriti Saleh e Bashagha, il neo premier Dbeibeh è figura controversa. Timori per le reazioni delle milizie

Abdul Hamid Mohammed Dbeibeh, appena eletto premier del Consiglio di Transizione libico

Abdul Hamid Mohammed Dbeibeh, appena eletto premier del Consiglio di Transizione libico

Non sono mancate le sorprese nella quinta e ultima giornata del Forum del Dialogo libico (Lpdf) a Ginevra che ha visto l’elezione del nuovo organismo esecutivo in Libia. A vincere nella votazione dei 75 membri del Lpdf è stata la lista dell’imprenditore 62enne di Misurata Abdul Hamid Mohammad Dbeibeh, secondo la stampa araba vicina ai gruppi islamici. Dbeibeh sarà il premier del governo transitorio che dovrà condurre il paese alle elezioni del 24 dicembre prossimo, 70esimo anniversario dell’indipendenza della Libia. Il neo premier è un personaggio quantomeno controverso: il suo clan è stato accusato di aver corrotto due delegati del...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.