closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
L'Ultima

Il ministro paramilitare

Ucraina. Arsen Avakov, a capo del dicastero degli interni di Kiev, si è dimesso. E ora è pronto a guidare un’opposizione radicale e basata su strutture militari, cui deve gran parte della sua ascesa

Neanche di fronte alla Rada Arsen Avakov, uno degli uomini più influenti e controversi sulla scena politica ucraina, ha spiegato la ragione che lo ha spinto a lasciare il ministero degli Interni. MA LA SCELTA DI DIMETTERSI, accolta ieri pomeriggio in Parlamento con 291 voti favorevoli su 450, segna l’inizio di una nuova fase nelle vicende del paese: non è detto, tuttavia, che si tratti di una fase positiva. Per sette anni Avakov ha mantenuto il controllo su un ufficio centrale per gli equilibri di potere, con tre diversi presidenti e un elenco di scandali che avrebbe travolto qualunque carriera,...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.