closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

Il mezzo asse sovranista. Da Orbán solo promesse per Salvini

Miracolo a Milano. «Fermare l’immigrazione è possibile». Ma il premier ungherese dice no a ogni aiuto per l’Italia. E attacca il presidente francese

Mancano ancora nove mesi alle elezioni europee ma Viktor Orbán già lancia quello che con tutta probabilità sarà il cavallo di battaglia dei sovranisti. «In Europa ci sono due campi - scandisce -. Uno è quello di Macron che vuole dividere il Ppe e guida il partito di chi vuole l’immigrazione. L’altro è dove siamo noi che non vogliamo l’immigrazione illegale». Seduto accanto al premier magiaro, Matteo Salvini fa sì con la testa e rilancia elencando quelli che sembrano i punti di un programma: «Siamo vicini a una svolta storica», dice. «Oggi comincia un percorso che ci accompagnerà nei prossimi...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.