closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Editoriale

Il maschietto

Matteo Renzi

Basta grattare un po’ e sotto la vernice del premier smart, attorniato da giovani ministre esposte come il fiore all’occhiello della raggiunta emancipazione femminile, compare l’anima profonda e pervicace del maschietto italiano.

Dice Renzi: «Ci sono donne sopra i sessant’anni che vorrebbero andare in pensione prima per stare con i nipoti».

La lingua è un’arma micidiale e batte dove il maschilismo da sempre duole. Il nostro premier è troppo giovane per ricordare un famoso slogan del femminismo che recitava così: «Né puttane, né madonne, solo donne».

Urge ai tempi del renzismo trionfante un rapido aggiornamento di quel vecchio e glorioso slogan: «Né puttane, né madonne e nemmeno solo nonne». 

  • maurizio

    Ha già deciso lui cosa dovranno fare quando andranno in pensione… la libertà individuale di scelta delle donne se n’è andata farsi fot… ehm friggere.

  • alessio

    Molto furbo. Perché sotto l’apparente, e secondo me vero maschilismo, nasconde un problema vero. Che le nonne vogliono davvero star coi nipoti ma non per vocazione, perché le figlie, precarie, con orari strampalati hanno bisogno di un aiuto che lo stato nega sempre di più. Anche per colpa sua.

  • angelo_bibi

    sara’ anche presidente del consiglio , ma a me sta sugli zebedei .

  • lorena

    magari hanno anche altri interessi………..magari andare a ballare, a cena ecc. con tutto il bene per i cari nipotini…….