closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Il Leviatano coloniale si è fatto apartheid

Palestina/Israele 1967-2017. L’opposizione ai Due Stati dell’élite di ultradestra punta a mutare l’annessione de facto in un’annessione di diritto. «Vuoi la dote, ma non la sposa», disse nel 1967 Eshkol a Golda Meir. Le terre sono state prese, i residenti palestinesi no

Il muro di separazione tra Betlemme e Gerusalemme

Il muro di separazione tra Betlemme e Gerusalemme

In un meeting del Partito laburista israeliano subito dopo la guerra del 1967, Golda Meir chiese al premier Levi Eshkol: «Che ne facciamo di un milione di arabi?». Dopo una pausa di un istante Eshkol rispose: «Capisco. Vuoi la dote ma non ti piace la sposa!». L’aneddoto rivela come fin dal principio Israele abbia tracciato una netta distinzione tra la terra che aveva occupato – la dote – e i palestinesi che l’abitavano – la sposa. Questa distinzione è in breve divenuta la logica fondante che ha plasmato la struttura del progetto coloniale di Israele, al punto che i meccanismi...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.