closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

Europa indietro sui vaccini, von der Leyen: «Colpa anche degli stati»

Bruxelles. Scontro con la Gran Bretagna sull’export, per il «New York Times» l’Ue è tra i maggiori esportatori

Arrivo del vaccino Pfizer in un ospedale di Leuven, in Belgio; in basso  Ursula von der Leyen

Arrivo del vaccino Pfizer in un ospedale di Leuven, in Belgio; in basso Ursula von der Leyen

Contrattacco della Commissione Ue, messa sotto accusa dai paesi membri per la lentezza sui vaccini: nel blocco la percentuale di vaccinati varia dall’1 al 5% della popolazione, contro 20 milioni di vaccinati in Gran Bretagna, più del 50% della popolazione in Israele e l’impegno di 100 milioni di vaccinati nei primi 100 giorni di Biden negli Usa. Il ministro delle Finanze tedesco, Olaf Sholz, è arrivato a definire la politica dei vaccini della Ue uno «spettacolo di merda totale». La presidente Ursula von der Leyen si è detta «stanca» che la Commissione sia presa come «capro espiatorio» da paesi che...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi