closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Erdogan contro tutti: minaccia di cacciare dieci ambasciatori

Turchia. Il presidente turco si scaglia contro dieci paesi (tra cui Usa, Francia e Germania) dopo l'appello congiunto per il rilascio del filantropo Osman Kavala, detenuto dal 2017

Una manifestazione in Germania per la liberazione di Osman Kavala

Una manifestazione in Germania per la liberazione di Osman Kavala

Il presidente turco Erdogan ieri ha alzato ancora l’asticella dello scontro con Unione europea e Stati uniti. Al centro dell’ultima schermaglia sta il caso di Osman Kavala, filantropo turco detenuto da ottobre 2017. Su di lui pesa l’accusa di aver preso parte al tentato golpe del luglio 2016, imputato dalle autorità turche alla rete Hikmet dell’imam Gülen. Kavala era già stato processato per le proteste di Gezi Park del 2013, partite dalla difesa del parco a Taksim Square e diventate una mobilitazione contro le politiche del governo Akp. Era stato assolto, ma poi quel processo era stato «rianimato» e fatto...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.