closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Due trumpiani alla Difesa, prima che arrivi Biden

Stati Uniti. Nove licenziati, con una mail di una riga, nel comitato consultivo del Pentagono, sostituiti da 11 nuovi membri di cui alcuni fedelissimi di Trump

Donald Trump durante l'ultima campagna elettorale

Donald Trump durante l'ultima campagna elettorale

Al comizio in Georgia per supportare i candidati al Senato per cui si voterà il 5 gennaio, Trump, più che appoggiare i repubblicani, ha fondamentalmente continuato a lamentarsi del risultato delle elezioni. Ma questo disinteresse per le sorti del partito è solo suo: la sua amministrazione si sta occupando di accelerare gli sforzi dell'’ultimo minuto per blindare i guadagni politici del tycoon, aumentare il personale in carica, sperando di cementare l'eredità del presidente e mantenerla anche oltre il 20 gennaio. Una delle prime mosse riguarda, prevedibilmente, l’immigrazione: negli ultimi giorni l’esame per la cittadinanza è stato reso più lungo e...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi