closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Divisi su Idlib

Siria . Iran, Russia e Turchia al vertice di Tehran non hanno superato le divergenze sull'offensiva che l'esercito siriano si prepara a lanciare. Erdogan non vuole la campagna militare, Putin e Rohani riaffermano il diritto della Siria di riprendere tutto il suo territorio e di liberarsi dei jihadisti

Con un comunicato finale in 12 punti, che dice tutto e niente allo stesso tempo, ‎ieri Iran, Russia e Turchia al vertice di Tehran hanno segnalato di non aver ‎superato le divergenze sull'offensiva che l'esercito siriano si prepara a lanciare ‎contro le formazioni qaediste e jihadiste per riprendere il controllo della regione di ‎Idlib. Il presidente turco Erdogan, nemico del leader siriano Bashar Assad, si è ‎mostrato apertamente in disaccordo con Vladimir Putin durante la conferenza ‎stampa tenuta nella capitale iraniana e ha parlato di ‎«bagno di sangue‎» in ‎conseguenza di un attacco delle forze governative siriane. ‎«Nessuna mossa ‎avventata...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.