closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Decine di arresti al raduno delle madri dei desaparecidos turchi

Turchia. Lacrimogeni e proiettili di gomma contro l'iniziativa, giunta al 700° appuntamento. Quasi 800 i civili scomparsi tra il 1992 e il 1996, nelle mani di esercito e polizia

Il momento dell'arresto di una delle madri del sabato a Istanbul

Il momento dell'arresto di una delle madri del sabato a Istanbul

La polizia turca ha brutalmente attaccato con gas lacrimogeni e proiettili di plastica i manifestanti dell’iniziativa Madri del Sabato, riuniti per la 700° volta ieri a Galatasaray, nel cuore storico di Istanbul. L’iniziativa prende il nome dalla presenza di numerose madri di persone scomparse nei durissimi anni ’90, epoca di repressione in Turchia, in particolare nel sud-est curdo sottoposto a perenne stato di emergenza e teatro di operazioni militari su larga scala. Gli attivisti si ritrovano ogni sabato in piazza Galatasaray e siedono a terra, reggendo in mano cartelli con le foto di tutti quei parenti e amici svaniti nel...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi