closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Economia

«Contro il nazionalismo vaccinale dei paesi ricchi»

Virus capitale. Al forum di Davos la critica del Sudafrica: «Derogare ai brevetti e ai diritti di proprietà». Merkel ha ribadito la sua scommessa sull'Italia nel giorno delle dimissioni di Conte: «Per il G20 di quest'anno l'Italia ha un ruolo cruciale». Pubblicate le stime dell’Fmi: per l'Italia taglio della crescita nel 2021, la ripresa è a rischio. In prospettiva, nel paese più malmesso nel G7 si prospetta una crisi di sistema

Johannesburg, graffito a Soweto, Sudafrica

Johannesburg, graffito a Soweto, Sudafrica

Al forum di Davos che si sta svolgendo online ieri il presidente sudafricano Cyril Ramaphosa ha accusato i paesi ricchi di praticare un «nazionalismo vaccinale», perché si sono accaparrati la maggior parte dei vaccini contro il covid-19. «I paesi ricchi del mondo hanno acquistato grandi quantitativi di vaccini. Alcuni ne hanno comprato quattro volte in più della loro popolazione» - ha detto Ramaphosa nel suo intervento - Non potremo essere sicuri se alcuni paesi vaccineranno i loro cittadini e altri no. Dobbiamo tutti combattere assieme contro il virus». Ramaphosa ha esortato a condividere il surplus delle dosi accumulate in un’ottica...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi