closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

Consulenze d’oro e lobbismo, lo ‘sleaze’ Tory

Gran Bretagna. Dallo scandalo che ha coinvolto Owen Paterson ai milioni accumulati da Boris Johnson con incarichi extraparlamentari, conflitti d'interessi nel partito conservatore

La remunerativa pratica delle consulenze “estramurali” non è certo un esclusivo appannaggio nazionale. In Gran Bretagna, novembre ha visto un’impennata di simili pratiche da parte dei deputati conservatori, da sempre soliti integrare i magri introiti parlamentari con alacri attività lobbistiche. Il parlamentare Owen Paterson era stato sospeso da una commissione d’inchiesta sugli standard etici dei deputati per aver usato il suo ruolo (retribuito con 82mila sterline annue) per perorare le cause di alcuni suoi clienti, una casa farmaceutica e un’azienda alimentare. Non è infatti lecito percepire compensi per simili attività, in parlamento come nel governo. IL BUON VECCHIO conflitto di...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.