closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

Climate change e il diritto all’asilo: popoli in fuga dall’inferno in terra

Giornata mondiale del rifugiato. 65,6 milioni sono i profughi di guerre e cataclismi, in minima parte verso l’Europa

Oggi è la giornata mondiale dei rifugiati, istituita dall’Onu nel 2000 insieme alla giornata dei migranti (il 18 dicembre). Migranti e rifugiati, il tutto e un insieme particolare. Refugees si diventa se si è palestinesi o se e quando una richiesta d’asilo viene accolta una volta raggiunta la frontiera del proprio Stato. In teoria la richiesta deve essere accolta se si è in fuga da guerra civile o persecuzioni (causa: la propria nazionalità, opinione politica, religione, appartenenza a un determinato gruppo sociale, come gli omosessuali, discendenza). Finché non viene accolta la domanda, si resta richiedenti asilo. A fine 2016 vi...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi