closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

Catalogna, la protesta arriva al confine con la Francia

Spagna. La piattaforma Tsunami Democràtic e i Cdr stanno mettendo in scacco la circolazione in tutta la regione. Buone notizie per il leader indipendentista incarcerato Oriol Junqueras, secondo l’avvocato generale della Ue avrebbe dovuto godere dell’immunità parlamentare

La protesta di Tsunami Democràtic al confine con la Francia; in basso Oriol Junqueras

La protesta di Tsunami Democràtic al confine con la Francia; in basso Oriol Junqueras

Come annunciato, la piattaforma Tsunami Democràtic e i Cdr (Comitati di difesa della repubblica catalana) stanno mettendo in scacco la circolazione per tutta la Catalogna. L’autostrada AP7, che collega con la Francia, è rimasta bloccata più di 30 ore da manifestanti accampati festosamente; la polizia francese è intervenuta per sbloccare la situazione. Ieri sera anche alcune delle principali arterie di Barcellona erano occupate. Obiettivo delle proteste è non allontanare il conflitto catalano dal fuoco informativo. Nel frattempo il parlamento catalano continua a percorrere il cammino dei gesti simbolici: ieri ha votato una mozione della Cup reclamando l’autodeterminazione, fra le proteste...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.