closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

Carceri, focolai attivi e contagi in aumento

I sindacati di polizia penitenziaria: «Molto preoccupati». L’Unione dei sindacati chiede di accelerare ricorrendo ai vaccini monodose

Nonostante l’avvio della campagna vaccinale e le misure ulteriormente restrittive prese all’interno delle mura, aumenta il numero di contagiati e di focolai attivi nelle carceri italiane, anche a causa delle varianti del Covid-19. Nel giro di quattro giorni, dall’inizio di aprile, si è passati da 760 a 823 casi positivi su una popolazione complessiva di 52.207 reclusi; mentre tra il personale di polizia penitenziaria si contano 683 infetti di cui 44 sintomatici, su un totale di 33.082 agenti. Un detenuto di 60 anni è morto ieri a Catanzaro, in ospedale dove era ricoverato da dieci giorni, dopo essere stato contagiato...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi