closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Brescello, il paese di Peppone al voto senza segretario né casa del popolo

Amministrative. La lista «Brescello che vogliamo» di mafia e 'ndrangheta non parla nel programma, le altre due civiche puntano sulla legalità

Gino Cervi e Fernandel nel celebre sceneggiato Rai sui racconti di Guareschi

Gino Cervi e Fernandel nel celebre sceneggiato Rai sui racconti di Guareschi

Due anni fa il Consiglio comunale di Brescello fu sciolto per mafia, domenica si tornerà a votare, e a vincere potrebbe essere la lista «Brescello che vogliamo», che di mafia e 'ndrangheta non parla mai nel suo programma. Brescello, cinquemila anime in provincia di Reggio Emilia, è dopo Imola il Comune sotto i riflettori in questa tornata elettorale emiliana. Per il resto al voto andranno piccoli centri sotto i 15 mila abitanti, con l’eccezione di Salsomaggiore Terme in provincia di Parma. In totale saranno chiamati alle urne 120 mila elettori, ma i cinquemila di Brescello avranno un peso differente dagli...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.