closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Commenti

Algeria e Libia, i nervi scoperti dell’Italia

Il Presidente Sergio Mattarella e il Presidente della Repubblica Algerina Abdelmad-Jid Tebboune, durante le dichiarazioni alla stampa ad Algeri

Il Presidente Sergio Mattarella e il Presidente della Repubblica Algerina Abdelmad-Jid Tebboune, durante le dichiarazioni alla stampa ad Algeri

La visita del presidente Sergio Mattarella in Algeria ha toccato i nervi scoperti del Nordafrica e del Medio Oriente. Dal Marocco a Israele, dalla Libia al Sahara, dal Sahel alle migrazioni, compresa la mai sopita competizione con la Francia con l’omaggio ad Algeri a Enrico Mattei, il fondatore dell’Eni - pilastro strategico dell’energia e della politica estera - scomodo attore negli anni ‘50-60 del petrolio e del gas, ben poco amato dalle potenze e dalle Sette Sorelle dell’oro nero, e soprattutto sponsor dell’indipendenza algerina da Parigi. Caduto Gheddafi nel 2011, l’Algeria è il nostro maggiore alleato sulla Sponda Sud, il...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.