closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

Versi roventi fuor di metafora

Scaffale. «Crepa poeta!», la nuova raccolta di Stefano Raspini pubblicata da Argolibri

[caption id="attachment_490233" align="alignleft" width="1170"] Stefano Raspini[/caption] Crepa poeta! è il titolo della nuova raccolta di Stefano Raspini, figura ormai mitica dei poetry slam e dell’underground poetante italiano (Argolibri, pp. 120, euro 12). Raspini lascia che la poetessa e curatrice Rosaria Lo Russo - autrice anche della postfazione critica - raccolga e scelga parte del suo incandescente «versificare» quotidiano riversato per un paio di anni nella piazza virtuale di Facebook; un «versificare scritto» che è l’esatto rovescio della medaglia dell’oralità degli slam. RASPINI SI SCAGLIA violento e preciso contro il cosiddetto «poetese», - o lingua dei poeti edificanti da casa editrice, -...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi