closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Commenti

Venezuela: sinistra, attenta, che il pericolo è immediato

Venezuela. Il grande pubblico ignora che, avendo fatto prestare giuramento a tre deputati eletti in modo fraudolento, l’Assemblea nazionale dominata dalla Tavola di unità democratica (Mud) si è messa in una situazione di illegalità, portando il Tribunale supremo di giustizia a invalidare tutte le sue decisioni. È la stessa Assemblea che, bellicosa e decisa a tutto pur di tornare all’epoca pre-Chávez, sin dal suo insediamento ha dichiarato l’intenzione di rovesciare il capo dello Stato nel giro di sei mesi

Il 14 giugno 2015, sull’influente quotidiano spagnolo El País, a proposito delle elezioni legislative che si sarebbero tenute in Venezuela alla fine dell’anno, lo scrittore peruviano ultraliberista Mario Vargas Llosa scriveva: «Tutti i sondaggi indicano che l’appoggio a Maduro non va oltre il 20% e che il restante 80% è contro il regime, ma il trionfo dell’opposizione non è assolutamente garantito per via della possibilità di frodi elettorali e perché, nella volontà disperata di aggrapparsi al potere, Maduro e i suoi possono ricorrere a un bagno di sangue (…)». Nel mese di dicembre, l’opposizione vinse le elezioni senza alcuna contestazione...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.