closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Venezuela, contro le destre «parlamento comunale»

Venezuela. L’Assemblea nazionale chavista prova a «rivoluzionare» le istituzioni, ripartendo «dal basso»

Le destre vincono? Tutto il potere ai «soviet», ovvero al «parlamento comunale». Lo ha deciso ieri l’Assemblea nazionale del Venezuela, ancora a maggioranza chavista. Il parlamento comunale è l’organo di autogoverno delle comunas, istituzioni territoriali composte da diversi consigli comunali (45.000 fino a oggi). Organismi che decidono in maniera autonoma come gestire il «bilancio partecipativo», approvato dal Ministero delle Comunas in base alla Ley Organica de las Comunas, approvata nel 2010. Le comunas sono attualmente circa 1.500, ma ogni giorno se ne registrano di nuove e spingono per articolare nel mutualismo l’indirizzo dello stato centrale. «Contro il parlamento borghese, più...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi