closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

«Vado a fare la rivoluzione». Addio a Saraiva de Carvalho

Portogallo. Se ne va a 84 anni Otelo, stratega del movimento che nel 1974 liberò il paese dal fascismo. Ha vissuto mille vite: da ufficiale dell’esercito coloniale alla Cuba di Fidel. Fino al carcere e alle proteste del 2015

Lisbona 2014, l’ex presidente Mario Soares, a sinistra, mentre abbraccia il comandante militare della rivoluzione Otelo Saraiva de Carvalho

Lisbona 2014, l’ex presidente Mario Soares, a sinistra, mentre abbraccia il comandante militare della rivoluzione Otelo Saraiva de Carvalho

Il colonnello Otelo Saraiva de Carvalho, l’eroe indubbiamente più controverso tra i protagonisti della Rivoluzione dei Garofani, è morto lo scorso 25 luglio all’età di 84 anni. Quella di Otelo non è una di quelle vite lineari, facili, coerenti senza intoppi o ripensamenti. Anzi, è proprio nei cambiamenti di percorso che occorre inquadrare la vita di un ufficiale rivoluzionario malgré lui. Intanto perché Otelo fu protagonista indiscusso di un evento i cui tratti hanno del paradossale: militari che marciano contro un regime autoritario per portare libertà, democrazia e diritti sociali. Saraiva de Carvalho nasce nel 1936 a Maputo in Mozambico...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.