closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Economia

Una manovra diversiva

Conti pubblici. Il governo approva il Def e la correzione da 3,4 miliardi, «salvo intese». Per cifre e dettagli Gentiloni e Padoan rinviano a oggi

Delrio, Padoan, Gentiloni e Boschi in conferenza stampa dopo l'approvazione del Def

Delrio, Padoan, Gentiloni e Boschi in conferenza stampa dopo l'approvazione del Def

«Abbiamo approvato il Def con la correzione di bilancio. Abbiamo conti in ordine senza aumentare le tasse». Appena due ore di consiglio dei ministri, e alla fine Gentiloni tripudia. La previsione di crescita per quest’anno è migliorata, dall’1 all’1,1%: scarsa e un po’ azzardata. Per i prossimi anni, invece, la previsione è al ribasso: dall’1,3 all’1% nel 2018, dall’1,2 all’1% nel 2019. Colpa dei parametri europei, spiega il ministro dell’Economia, poi però, nel 2020, «ci sarà un’impennata verso l’alto». Il rapporto deficit/Pil per il 2018 è fissato all’1,2% dall’attuale 2,1% (dopo la manovra correttiva). Significa far scattare le clausole di...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi