closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

Un soggetto politico nuovo o il Pd non ritroverà la sinistra

L'intervento. Dopo l’89 e il ’92, tutte le sinistre sono andate alla deriva. E il congresso dovrà ricostruirne una, politicamente e antropologicamente

Le difficoltà del Pd hanno riaperto un dibattito sul significato e le prospettive della sinistra. Marco Revelli riporta il tema alla sua essenzialità: la sinistra è l’indignazione contro l’«oscenità» delle diseguaglianze. In un carteggio con Pietro Ingrao, pubblicato qualche anno fa, con parole diverse, mi venne di dire una cosa simile. Ingrao raccontava le ragioni della sua adesione al comunismo: scaturita dall’impossibilità, non solo razionale, ma anche emotiva, psichica, corporea di accettare la conquista da parte di Hitler dell’Europa e quindi del mondo. Il rifiuto di un esito insostenibile lo ha spinto a prendere parte alla lotta clandestina. Gli rispondevo...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi