closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

Un primo turno formato Macron

Francia. Voto per le legislative: En Marche ultra-favorito, sulle rovine di Lr e soprattutto Ps. Anche se cominciano ad emergere forti malumori per la politica interna del governo di Edouard Philippe. In questione la riforma del lavoro e la legge anti-terrorismo

Si sta già levando un venticello di sfida, l’indignazione si diffonde di fronte ai primi passi di Macron in politica interna: c’è davvero bisogno di precipitarsi a riformare ancora il diritto del lavoro? Per ora l’unica cosa certa è il calendario a passo accelerato, le “ordinanze” in Consiglio dei ministri (leggi proposte dal governo) già il 28 giugno, poi una cinquantina di riunioni con le parti sociali e la riforma pronta a passare il 20 settembre. Ma le indiscrezioni, anche se la ministra del lavoro ha sporto denuncia, inquietano per la “flessibilità” a oltranza che si profila. Preoccupazione diffusa anche...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.